«

»

Mar 25

Neuroblastoma

Il Neuroblastoma è un tipo di tumore solido che si sviluppa nei bambini.
NeuroblastomaL’incidenza sulla popolazione è di 10 casi per milione ogni anno; da solo rappresenta l’8% dei casi di tumore solido nei bambini, la mortalità è assai elevata.
Attualmente le cure per il neuroblastoma sono rappresentate dalla chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia.
Nel 2004 fu scoperto da un ricercatore italiano un gene ritenuto responsabile del tumore, mentre recentemente sono state scoperte 3 proteine coinvolte nella formazione, crescita ed evoluzione dello stesso, l’inibizione attraverso farmaci specifici delle quali potrebbe aprire la via ad una più efficace terapia.
Sono stati identificati anche circa 3 milioni di possibili molecole in grado di inibire tali proteine. Per identificare quella valida è stato realizzato un programma chiamato AutoDock, che valuta l’efficacia nel legame chimico proteina-inibitore.
Sono necessari quindi 9 milioni di esperimenti di chimica virtuale: sono necessari circa 8,000 anni/macchina per realizzarli tutti.
Boinc, un programma di cui ho parlato recentemente, è in grado di distribuire il calcolo su migliaia di macchine che partecipano al programma World Community Grid; al tasso attuale di "donazione" dei cicli macchina, gli esperimenti potrebbero essere completati in 2 anni o meno.
Per partecipare, oltre ad avere boinc installato sulla propria macchina, occorre inserire il progetto "Help Fight Childhood Cancer" tra quelli selezionati in World Community Grid.
Io ho già scaldato le CPU, voi? 🙂

PS: per chi avesse problemi ad installare boinc, metto a disposizione le mie competenze: contattatemi qui su splinder!

PS/2: per chi non avesse già scelto un team cui unirsi, segnalo il mio team personale "Studiofuga.com". Si, so a cosa state pensando… ma datemi un po’ di soddisfazione!

  • Cioè, in pratica, cosa dovrei fare?

  • “devi” niente 🙂

    In sintesi (mi riservo di scrivere un post a riguardo), si installa il software, ci si iscrive e il software inizia a macinare dati. Il software, peraltro, non rompe le palle, tranne consumare un po’ di energia, ma per il resto non ci si accorge neppure di averlo.

  • Uso un notebook, continuamente spento e riacceso, dato che non lavoro mai più di un’ora nello stesso posto.

    Potrei far girare il software la sera, dalle 22 alle 7.

    Se basta dammi tutti i riferimenti per partecipare.

    Configurazione.

    Intel core duo pc 2 GHZ, 2GB RAM, 160 GB HD – HP Pavillon

    ADSL 6 Mbits Tiscali (wireless)

    Windows XP pro

  • GRAZIE!!!

    Installare BOINC, iscrivermi a BAM e scegliere i progetti di ricerca a cui “donare” un po’ di lavoro del mio pc è stato più semplice di quanto potessi immaginare. Ci sono ancora alcune cose che devo capire, ma il già il computer sta lavorando per il World Community Grid. E questa è la cosa più importante.

    Sei stato molto chiaro nello spiegare come funziona il calcolo distribuito e come partecipare. E se te lo dico io che ho fatto studi umanistici e di matematica capisco poco…

    Per me è molto importante la ricerca sul neuroblastoma. Grazie ancora…

  • Bene, Kaliparthena, brava!

    Se vuoi, ho aperto un team (“studiofuga.com”) cui unirti… non è un gran team ma del resto non sono molti quelli che hanno letto e dato seguito a questi articoli…

    🙂

    In ogni caso, grazie.

  • Al riguardo ti ho scritto in privato. Aspetto istruzioni su come unirmi al tuo team…

  • Su BAM! c’è una voce (una volta fatto login) mi pare “unisciti ad un gruppo” o “join team” o qualcosa del genere. Poi cerchi “studiofuga.com” ed è fatta… credo 🙂

  • Il nostro computer può lavorare per la ricerca scientifica

    [..] Si può dare una mano alla ricerca scientifica, semplicemente "donando" un po’ di lavoro del nostro personal computer. Esistono, infatti, progetti che necessitano di una serie di calcoli così lunga che, qualora venisse utilizzata [..]